Una breve guida per aumentare i follower su Instagram

Ormai Instagram non è più un mondo nuovo per nessuno, anche se per molti di noi il suo funzionamento può essere più o meno noto. Se stai cercando un modo per aumentare la tua popolarità o quella delle tua attività attraverso un account, bè sei capitato nel posto giusto! Non siamo qui per prometterti miracoli, ma per consigliarti nel modo migliore per insegnarti a usare le tue energie al fine di costruire un account forte e competitivo in termini di seguaci.

Da dove si comincia?

Come saprai, Instagram lavora con le foto: questo vuol dire che dovrai imparare a scattare delle belle foto, originali, e magari ritoccale sapientemente con i filtri che vengono presentati insieme a questa app. Dovrai essere il più attivo possibile e cercare di usare didascalie interessanti per attirare a te i follower: se non offri contenuti interessanti perché qualcuno dovrebbe notarti? Poniti questa domanda e cerca la tua strada!

Devi espandere il tuo social e per farlo sarà bene collegare il tuo account Instagram con quello di Facebook o Twitter: condividi così i suoi post su ogni social e invita gli utenti/amici a seguirti. Ricorda però che mentre Facebook pubblicherà la foto esattamente come postata su Instagram, nel caso di Twitter apparirà invece un link: questo problema può essere risolto affidandosi al servizio IFTTT (If This Than That) che permette di collegare i social network e le applicazioni online. Ogni operazione sarà quindi del tutto automatica.

La tua bacchetta magica si chiama hashtag

Possiamo inventarci decine e decine di trucchi, ma in realtà la vera tecnica per poter aumentare follower instagram e la propria visibilità è legata all’uso corretto degli hashtag che siano pertinenti e popolari. Inserire a caso delle parole chiave finirà solo per penalizzarti nel processo che alimenta gli algoritmi di Instagram. Vi sono diverse app che ti permetteranno di scoprire quali siano gli hashtag del momento: ricorda però di inserire in media una ventina di parole, senza andare a esagerare.

Se il tuo obiettivo è quello di guadagnare un importante numero di seguaci non solo in Italia ma anche a livello internazionale punta sull’inglese per riuscire a spopolare come si deve! Ma da soli non basteranno: se vuoi farti notare devi interagire con le altre persone e soprattutto evitare di comprare follower. E’ sicuramente un’idea allettante, ma poco corretta e spesso inutile poiché ciò che acquisti sono utenti inattivi e questo non cambierà l’apporto di like alle nuove foto del tuo profilo!

Come funzionano i ventilatori senza pale

Ora che l’estate è cominciata, il caldo si fa sentire e l’afa non ci lascia in pace, molti utilizzano il condizionatore, che lasciano acceso molte ore al giorno e spesso anche di notte. Certo i condizionatori sono molto diffusi, comodi e garantiscono risultati quasi immediati, ma un uso eccessivo e prolungato di questi apparati ha due conseguenze piuttosto importanti da tenere in considerazione: pesa sulla bolletta dell’elettricità e non è benefico per la salute.
Gli sbalzi di temperatura troppo bruschi possono portare a soffrire di torcicollo, indigestioni, bronchiti e altro tipo di problemi. Inoltre è fondamentale che i filtri di un condizionatore siano sempre accuratamente puliti perché diversamente il condizionatore può spargere nell’aria pollini, acari e altri agenti patogeni.
Una valida alternativa all’uso massivo dei condizionatori è quella di utilizzare un ventilatore, che rappresenta una soluzione più economica, ma anche efficace nel combattere l’afa, se usato in modo intelligente e ottimizzato. Inoltre si installa senza alcuno sforzo, senza bisogno di lavori elettrici o murari, di alcun tipo.
Come abbiamo detto il ventilatore senza pale opinioni può aiutarci davvero a vincere il caldo, ma oltre alla sua potenza e alla velocità, anche il luogo in cui decidiamo di posizionarlo può fare la differenza rispetto all’efficacia dell’apparato.
Ci sono due strade che si possono intraprendere. La prima è quella di porre il ventilatore a piantana direttamente verso di noi, ad almeno un metro di distanza, ponendo in mezzo del ghiaccio o una bottiglia di acqua ghiacciata.
L’alternativa è quella di posizionarlo, attivando la rotazione, tra la finestra e la porta, in modo che possa diffondere l’aria in maniera uniforme in tutta la stanza. Quando la sera la temperatura è un po’ più fresca, il ventilatore si può mettere sul davanzale della finestra, in modo che diffonda all’interno l’aria meno calda della sera.
In questo modo il ventilatore è un ottimo compagno per l’estate, che ci permetterà di risparmiare sulla bolletta e di ridurre i consumi, ci permetterà di vivere più serenamente e meno accaldati, ma allo stesso tempo di conservare la salute per tutta l’estate.
Anche l’impatto ambientale di un ventilatore rispetto a un condizionatore ci permette di godere di refrigerio ma con rispetto per l’ambiente e senza dispersioni energetiche e di denaro. In questo modo potremo programmarci le vacanze con tranquillità e serenità e mentre aspettiamo il giorno della partenza goderci la città al fresco del nostro nuovo ventilatore.

L’auto elettrica da 800 cavalli: ecco Black Mamba

E’ un vero e proprio gioiello che arriva da Malta, ed è una di quelle novità che sembra essere intenzionata a rinnovare in modo drastico il settore delle auto elettriche. Vogliamo parlarvi di Black Mamba, che oltre ad essere il nome di un velenosissimo serpente, è anche un dispositivo che monta solamente tre ruote e si presenta come una vettura estremamente potente. Dispone inoltre di oltre 800 cavalli! A realizzarla è stata Valene Motors che pur non avendo fama elevata come azienda produttrice, di certo non paragonabile a quella dei suoi concorrenti, ha saputo realizzare un progetto davvero interessante da lanciare sul mercato. 

Black Mamba si pone nel settore al fianco di celebri modelli come Morgan 3 e Polaris Slingshot e sfrutta un design con una struttura base che è abbastanza classica: si notano le due ruote all’anteriore e una posteriore che serve per poter garantire la trazione. Il suo propulsore è, come detto, alimentato da energia elettrica e si trova direttamente sulla ruota.

Questo tipo di vettura viene chiamata comunemente trike e pare che troverà posto sul mercato grazie a tre diverse versioni che andremo a scoprire insieme di seguito. Il suo modello base presenterà un motore da 15 kWh, con almeno 180 chilometri di autonomia garantita su strada. Se passiamo invece alla versione intermedia potremo contare su un propulsore da 30 kWh. E infine esiste il modello più potente di tutti che sarà sostenuto da un motore da 50 kWh, e potrà contare su un’autonomia che si aggira attorno ai 500 chilometri con una carica completa. Potenza e massima resa!

Il suo telaio sarà in acciaio ed è stato ricoperto grazie a pannelli in materiale composito; secondo le prime indiscrezioni emerse pare che il modello base avrà 107 cavalli (capace di fare da 0 a 100 in soli 4,2 secondi), andando poi a salire fino agli 810 della versione più potente. E’ giusto dire però che il veicolo avrà sicuramente un peso estremamente leggero e per questo potrebbe essere azzardato aver puntato, nel modello potente, su un motore così imponente. Black Mamba infatti dovrà scaricare a terra tutta questa potenza sulla singola ruota posteriore e la tenuta su strada potrebbe risultare davvero scarsa. Al momento però si tratta solo di semplici supposizioni, anche se la stessa casa produttrice ha assicurato che i dati di accelerazione del modello più potente non sono stati forniti ma possono essere facilmente immaginati.

Per poter caricare completamente la versione più potente sarà necessaria un’ora di ricarica, ma il tempo si riduce drasticamente a 25 minuti per il modello new-entry.

Vacanze a Pantelleria

L’Isola di Pantelleria è una meta turistica molto suggestiva, sicuramente perfetta per chi sta cercando una vacanza all’insegna del mare, del sole e del relax. Quest’isola affascina non poco per via della sua collocazione geografica: pur trattandosi a tutti gli effetti di territorio italiano, infatti, Pantelleria è molto distante dalle coste della Sicilia, quelle più vicine per quanto riguarda il nostro paese, e si tratta di un luogo davvero incantevole situato nel bel mezzo del Mar Mediterraneo. La bellezza di Pantelleria è davvero fuori discussione, e chiunque abbia avuto la fortuna di scoprire quest’isola può confermare che il suo fascino non ha nulla da invidiare ai più blasonati luoghi turistici di livello internazionale.

Se si parla di Pantelleria, dunque, il primo pensiero è rivolto alla sua natura ed ai suoi splendidi paesaggi: l’isola di Pantelleria è ricca di verde e di natura rigogliosa, e scoprendone tutti i suoi volti sembrerà davvero di visitare un luogo ancora del tutto inesplorato. Come confermato da molti esperti del settore, inoltre, il territorio di Pantelleria custodisce una flora estremamente vasta, così come la fauna, tra cui non mancano affatto gli esemplari molto rari. I suoi tratti costieri sono principalmente rocciosi, e ricreano dei paesaggi spettacolari ed unici nel loro genere: scogliere alte ed imponenti, insenature, grotte, e tantissimi altri punti di interesse che sembrano davvero progettati da un architetto, piuttosto che essere il semplice frutto della mano della natura.

Cosa dire delle acque: limpidissime, con tante deliziose sfumature di colore ed assolutamente limpide: a poca distanza dalla costa, infatti, è possibile osservare il fondale in maniera assolutamente nitida. Un luogo naturale che merita certamente una menzione è inoltre il Lago Specchio di Venere, un piccolo lago che sorge nel cuore dell’isola e che è destinato a lasciare a bocca aperta per le sue tonalità di colore, che sembrano quasi dipinte. L’isola di Pantelleria conta poco più di 7.000 abitanti al netto delle presenze turistiche, che sono notevoli soprattutto in primavera ed in estate, ed offre anche dei centri abitati molto suggestivi e piacevoli da visitare, impreziositi da diversi ristoranti, bar e locali dedicati al divertimento.

Nonostante la superficie dell’isola non sia molto ampia, Pantelleria offre una gamma di strutture ricettive piuttosto vasta, in grado di soddisfare sia i clienti più esigenti che quelli più informali, che non vogliono spendere troppo per il loro soggiorno. Questa splendida isola italiana può essere raggiunta in diversi modi: anzitutto, si può arrivare a Pantelleria tramite traghetto, imbarcandosi comodamente in Sicilia: molte tratte destinate a Pantelleria sono previste, ad esempio, da Trapani.

In alternativa, Pantelleria dispone di un aeroporto molto ben attrezzato e molto attivo durante la stagione piena: in estate ed in primavera, dunque, Pantelleria può essere facilmente raggiunta con un volo diretto da numerosi aeroporti italiani: oltre ai voli in partenza dalla Sicilia, soprattutto dall’aeroporto di Palermo, molti voli sono previsti da Bergamo, da Venezia, da Roma, e talvolta anche dalla Svizzera. Insomma, Pantelleria è davvero un’isola splendida, meta perfetta per un viaggio estivo o primaverile all’insegna del sole, del mare e della natura.

Mirabilandia, Arriva la nuovissima “Far West Valley”

Dall’11 giugno 2016 Mirabilandia, il parco divertimenti più esteso d’Italia, ha cambiato volto: è stato infatti inaugurata la nuova area tematica Far West Valley, che viene sviluppata su una superficie di 19.000mq ed è perfetta per le famiglie che vogliono lanciarsi all’avventura all’interno del mondo del lontano west. Quale miglior momento dell’anno di questo per poter far visita al parco divertimenti ravennate e concedersi una vacanza lontano da stress e routine?

La Far West Valley comprende una vasta quantità di favolose attrazioni: partiamo per esempio da Columbia e Discovery che diventeranno Oil tower 1 e Oil tower 2, le free fall towers più alte d’Italia. Una torre catapulterà i passeggeri alla velocità di 80 km/h, la seconda salirà lentamente per poi lasciarti cadere nel vuoto a una velocità di 65 km/h. Niagara diventerà El Dorado falls, dove un barcone da 20 posti si lancerà verso un salto d’acqua di oltre 25 metri, precipitando a una velocità di oltre 70 km/h, con annessa produzione di un’onda anomala di 15 metri, il parco e visitabile anche grazie alle offerte Mirabilandia agosto che puoi trovare su MondoParchi.

Pakal invece diventerà Gold Digger, un “wild mouse coaster” con vagoni a forma di carrellino minerario che ti porterà verso un percorso di curve davvero inaspettate. Buffalo Bill Rodeo sarà invece un disk’o coaster lungo 80 metri con una altezza di 13 metri. Ma una delle parti più interessanti è Phobia che diventa Legends of Dead Town, la città fantasma, nonché la Horror House più grande d’Europa. Gli ospiti entreranno in un cimitero infestato a causa di minacciose presenze, al fine di entrare in un labirinto noir che conduce fino alla foresta abitata dagli spiriti dei nativi Apache. Nominiamo anche, tra le grandi novità, Aquila Tonante che sarà un Kite Flyer a due posti e Geronimo, due torri interattive alte 9 metri, senza dimenticare la zona per i più piccoli installata a Campo Sioux.

Dopo questa particolare avventura, potrai concederti una meritata pausa gustando i piatti del ristorante Toro Seduto Saloon, per assaggiare i sapori tipici di un’epoca che sembra non passare mai di moda.

Far West Valley permette a grandi e piccini di conoscere il divertimento in una cittadina dell’old west perfettamente ricostruita per regalare solo piacevoli ricordi e momenti di condivisione che saranno perfetti non solo per essere vissuti con i più piccoli, ma soprattutto insieme agli amici. Hai voglia di divertirti e ami sentire l’adrenalina? Allora questo è il tuo momento: Mirabilandia è pronta a offrirti solo il meglio!

Amazon Kindle

Nell’epoca della digitalizzazione, dell’utilizzo della tecnologia in ogni campo, delle connessioni sempre e ovunque, è normale che anche il mondo del libro, negli ultimi anni, si sia evoluto e trasformato. La carta è ormai superata e il futuro è la lettura su appositi apparati digitali. Se fino a qualche anno fa le parole libro elettronico e e-reader sembravano quasi fantascientifiche, oggi sempre più persone possiedono un Amazon Kindle Oasis o un apparato analogo. Il Kindle è stato il primo ad avere un’ampia diffusione, anche perché commercializzato da un colosso come Amazon, che ha saputo creare una vera e propria rete attorno a questa novità.

Quali sono le comodità di avere un apparato come il Kindle per la lettura? I vantaggi sono di diverso tipo, primo tra tutti quello economico. Il dispositivo in sé ha un costo molto abbordabile, soprattutto nella sua versione base ed è quindi un investimento che si recuperare già con l’acquisto dei primi e-book. Questo perché il costo di un volume in formato digitale è molto inferiore rispetto all’acquisto del libro tradizionale in libreria.  Inoltre è innegabile che questo tipo di apparato risolve tutti i tipi di problemi di spazio: in un Kindle, infatti, possono essere contenuti migliaia di libri rendendo così, un piccolo oggetto elettronico una vera e propria libreria, facile da trasportare e da avere sempre a disposizione.

Inutile sottolineare i vantaggi per l’ambiente, cioè la riduzione dell’utilizzo della carta, con conseguente salvaguardia per il verde e per gli alberi. Chi fino a questo momento è stato indeciso se provare o meno la lettura in digitale, per paura di una scarsa qualità o dell’impossibilità di leggere all’aperto per via della luce o per qualsiasi altro eventuale limite tecnico, può, invece, stare tranquillo: il Kindle nei suoi diversi modelli permette di leggere comodamente, non affarica l’occhio, proprio come un qualsiasi libro cartaceo. Ogni apparecchio si collega a internet per poter comodamente scaricare i contenuti e, grazie a questo piccolo oggetto, si ha sempre a disposizione qualsiasi testo si desideri leggere, che potrà essere scaricato con pochi semplici click.

Il Kindle e-reader è leggero e trova spazio facilmente in una borsa, evitando così di doversi portare in giro pesanti libri cartonati e volumi ingombranti. Le caratteristiche tecniche che accomunano tutti i modelli sono: misura 19,1 × 13,5 centimetri ha uno spessore di 1,8 cm e pesa 292 grammi. È dotato di uno schermo monocromatico di 6 pollici (15 cm) di diagonale con definizione di 600 × 800 pixel e risoluzione di 167 punti per pollice.

Kio Manhole Cover Brings New Innovation To The Streets

Coming from the Polieco Group is the smart, innovative manhole cover that will change the history of the streets. The Kio manhole cover is available now, and can be purchased for immediate placement in your city streets.

What makes the Kio manhole cover better than the standard cast iron manhole covers? Research, development, and innovation. The Polieco Group has gone out of their way to design what is the next step in the evolution of manhole covers by creating a manhole cover that changes the history of our street’s manhole covers.

The manhole covers are designed to be a fraction of the size and weight of the traditional cast iron manhole covers. This allows them to be easier, and less costly, to ship from location to location. That by itself would be a huge boon to the city, but the benefits continue. The size and weight makes them much easier to place, and their unique shape makes them a deterrent to theft and vandalism.

The Kio manhole cover manufactures is designed to be durable and resistant to weather damage. That means you won’t have to replace the Kio manhole cover as often as you have to replace the traditional cast iron manhole covers. When combined with the lowered cost of shipping due to weight and size, it’s easy to see how the Kio manhole cover is a smart replacement for any traditional cast iron manhole cover that your city has placed.

The lower weight makes it easier and faster to place, meaning you can hire less work crews to place them. The composite material also reduces noise, from both any vehicles driving over them as well as any foot traffic. This allows you to cut down on the noise pollution, and increase the amount of traffic on your city streets, thus boosting the amount of business local shops will see going through.

The Polieco Group has always been big on research, development, and innovation, and nowhere is this more obvious than in the creation of their Kio Kinext manhole cover. Instead of trying to see how they could change and shape the traditional cast iron design of manhole covers, they decided to see what else they could use to produce manhole covers. Their results turned out to be one of the most innovative creations in the realm of manhole covers to date.

The Kio manhole covers by Polieco Group are available for immediate purchase and placement. Their goal is to change the history of the streets across the world, one manhole cover at a time. With such innovative manhole covers, there’s no question of their ability to do so.

Software per processo telematico

Il processo civile telematico è stato finalmente portato anche in Italia sotto segnalazione dell’Unione Europea che si vide indebolita proprio dagli atti civili e dai processi della nostra repubblica. A questo proposito quindi, venne integrato questo nuovo tipo di sistema che porta una maggiore velocizzazione di tutti gli atti sia da un punto di vista di scrittura che di veri e propri software. Ovviamente i problemi relativi alla lentezza italiana non si sono certo risolti con questo, ma ad ogni modo, un po’ qualcosa è cambiato. Esiste quindi un software per processo telematico che consente di poter gestire diversi atti e aggiungerli in archivio senza avere più la noia di usare diecimila cartacce e risolvere solo in parte il problema. Dall’estate del 2014, grazie ai software infatti, è stato possibile scrivere, creare e compilare atti attraverso l’utilizzo della tecnologia che come si sa, porta tutto ad essere davvero molto veloce e inoltre consente anche di poter tornare indietro in caso di sbagli. I software per processi telematici come Legaldesk inizialmente, possono essere provati. Essi infatti attraverso la registrazione, consentono agli utenti di effettuare le modifiche che hanno bisogno di fare, o compilare direttamente gli atti e poi trascorsi alcuni giorni, in base al sito e al software scelto sono diversi, è possibile acquistarlo. Una volta acquistato, si avranno tutte le funzionalità necessarie a tutto quello che vi serve. I Software per processo telematico stanno spopolando anche in rete e sono scaricabili gratuitamente. Attenzione però che non siano rarefatti e contenenti malware. Affidatevi quindi a quelli messi a disposizione dal Ministero della Giustizia che ha messo  disposizione dalla primavera del 2014. I Software per processo telematico  serve fondamentalmente per creare anche una sorta di busta. Spesso si crede che basti una semplice posta certificata e spedire tutto li, ma è un grosso errore. Questi software infatti, sono utilissimi perché appunto, fungono da busta telematica. All’interno di questa “busta” vanno creati poi tutti gli atti e poi allegati alla posta certificata, vanno inviati al tribunale. Indubbiamente questo nuovo e alternativo modo di gestire e di spedire gli atti giudiziari, consente di fare tutto da soli e di spedire abbastanza preso tutto quello che vogliamo fare giungere al tribunale appunto. Come detto, i Software per processo telematico sono utili ed è per questo che bisogna sceglere quello che più ci compete e quello che fa per noi.

Estrattori di succo o centrifughe: cosa scegliere?

Da diversi anni gli estrattori di succo a freddo hanno radicalmente trasformato il modo in cui assumiamo verdure e frutta. Questi “slow juicer”, nonostante abbiano costi più alti rispetto alle tradizionali centrifughe, hanno infatti conquistato subito il pubblico che è particolarmente attento alla propria alimentazione diventando così gli elettrodomestici più venduti al mondo e quelli di maggiore efficienza. Ma quali sono le differenze tra questi due diversi strumenti da utilizzare in cucina?

Tutti e due ci consentono di assumere succhi che abbiano un alto contenuto vitaminico, estremamente ricchi di micronutrienti. La differenza sostanziale però è data dal procedimento che porta verso il prodotto finale: la centrifuga infatti gira in modo molto più veloce e in fase di spremitura, vi è un ingresso diretto di aria e calore che va a contatto con il succo stesso. Questo processo non fa altro che distruggere le sostanze nutritive: gli estrattori invece operano in modo “slow” e mantengono intatto quanto di più importante vi sia all’interno di un succo.
Non dimentichiamo che nel caso degli estrattori vi è la possibilità di ottenere un prodotto che si conserva anche per 48 ore nel frigorifero; contrariamente i centrifugati devono essere consumati subito.

Il Sole: parcheggio low-cost per l’aeroporto di Verona

Chi viaggia con un budget limitato e ha la necessità di parcheggiare l’automobile o il proprio mezzo di locomozione all’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca di Verona può contare sui servizi del park Il Sole. Si tratta di una struttura capiente, che propone posti al coperto e allo scoperto. La tariffa giornaliera è di 8 euro allo scoperto e di 10 al coperto, ma per cinque giorni di sosta vengono richiesti 24 euro allo scoperto e 34 al coperto. Di base le tariffe salgono proporzionalmente al numero dei giorni di sosta, ma il park low cost vicino all’aeroporto di verona si rivela essere uno fra i più economici dislocati nell’area. I servizi offerti sono di buona qualità, perché nel costo del biglietto è compressa l’assicurazione furto e incendio, il controllo via videocamera 24 ore, il servizio di meccanica relativo alla batteria e agli pneumatici e la presenza di bagni con fasciatoi sempre puliti ed igienizzati.

Il Park il Sole è inoltre servito da un celere servizio di bus navetta compreso nel prezzo, che può essere integrato con la soluzione move car da e per l’aeroporto, dedicata alle persone che hanno bisogno di raggiungere in velocità la struttura aeroportuale. Le tariffe proposte notano un aumento del 10% nei periodi altissima stagione, ma prenotando on line sul sito ufficiale del parcheggio è possibile risparmiare sull’acquisto della sosta.